Nessun PGR nei prodotti Gen1:11

PGR è l'abbreviazione di Plant Growth Regulator (regolatore della crescita delle piante). Possono essere regolatori chimici o naturali. Tuttavia, quando si parla di PGR si fa generalmente riferimento ai PGR chimici. I PGR naturali sono spesso definiti biostimolanti. Di solito si tratta di estrazioni che contengono elementi naturali, tra cui i PGR naturali. Gen1:11 utilizza esclusivamente biostimolanti che contengono PGR organici.

 Gen1:11 è al 100% privo di PGR

Chemische PGR's in plantenvoeding

I regolatori di crescita delle piante (PGR), sintetici o chimici, sono sostanze in grado di influenzare la crescita e lo sviluppo delle piante. In orticoltura, i PGR possono essere utilizzati per raggiungere obiettivi specifici. Tuttavia, è importante notare che l'uso dei PGR nella coltivazione di prodotti destinati al consumo può essere una questione controversa e le normative relative al loro utilizzo possono variare da un sito all'altro. Inoltre, un uso improprio dei PGR può avere effetti negativi sul prodotto finale e potenzialmente comportare rischi per la salute. I PGR più noti includono auxine, gibberelline e citochinine. Sono anche chiamati ormoni vegetali. Fortunatamente, l'uso dei PGR (chimici) è sempre più limitato e in molti luoghi è già stato vietato.

Biostimolanti di origine naturale

I biostimolanti (con pgr naturali) non sono vietati e migliorano le funzioni fisiologiche generali della pianta, promuovendone la salute e la resilienza. Non sono fertilizzanti di per sé, poiché di solito non forniscono nutrienti essenziali come azoto, fosforo o potassio. I biostimolanti agiscono invece attraverso vari meccanismi per migliorare l'uso dei nutrienti, la tolleranza agli stress e le prestazioni generali della pianta.

Biostimulanten vullen meststoffen aan.  Het is geen vervanging voor essentiële voedingsstoffen zoals stikstof, fosfor, kalium, calcium, magnesium of fosfor. Kwekers integreren biostimulanten steeds vaker in hun bestaande bemestingsprogramma’s om de efficiëntie van het gebruik van voedingsstoffen te maximaliseren en de algehele gezondheid van planten te bevorderen. Dit is een ontwikkeling die de laatste jaren steeds meer wordt toegepast. 

I vantaggi dell'uso dei biostimolanti

Miglioramento dell'assorbimento dei nutrienti: I biostimolanti possono rendere più efficiente l'assorbimento dei nutrienti da parte delle piante, sfruttando in modo più efficace i nutrienti disponibili nel terreno o nei fertilizzanti.

Miglioramento dello sviluppo delle radici: alcuni biostimolanti stimolano la crescita e la ramificazione delle radici, migliorando la capacità della pianta di esplorare un volume maggiore di terreno alla ricerca di nutrienti e acqua.

Resistenza agli stress: i biostimolanti possono migliorare la capacità di una pianta di resistere a vari stress ambientali, come la siccità, la salinità o le temperature estreme. Ciò può essere particolarmente vantaggioso in condizioni di coltivazione difficili.

Aumento della resa e della qualità delle colture: ottimizzando l'assorbimento dei nutrienti e migliorando la salute delle piante, i biostimolanti possono contribuire ad aumentare la resa delle colture e a migliorare la qualità dei prodotti raccolti.

Stimolazione dei processi metabolici: I biostimolanti possono attivare o potenziare alcuni processi metabolici nelle piante, portando a una maggiore produzione di energia e a un uso più efficiente delle risorse.

Nuttige microbiële activiteit: Sommige biostimulanten bevorderen de groei en activiteit van nuttige bodemmicro-organismen, waardoor een gezonder bodemmilieu voor plantengroei wordt bevorderd.

Minore impatto ambientale: l'uso di biostimolanti può contribuire a pratiche agricole più sostenibili e rispettose dell'ambiente, riducendo la dipendenza da input chimici di sintesi.

Gli utilizzatori di Gen1:11 nelle loro coltivazioni sono unanimemente entusiasti della qualità del prodotto finale. Soprattutto l'aroma completo di odore e sapore spicca tra gli utenti più esigenti. Alcuni coltivatori di piante medicinali che hanno usato per decenni prodotti a base di canna e plagron sono passati ai prodotti Gen1:11.